user_mobilelogo

Cerca nel catalogo


Ricerca avanzata

Carrello acquisti

0 Products - 0.00 Euro
Go to cart

Théorie Médiévale de la Beauté (La) (Codice: 887252-181-5)

L’Arte, dal punto di vista tradizionale, è essenzialmente un’operazione di ordine intellettuale e non, come pensano i moderni, una faccenda di apprezzamento estetico, cioè sentimentale. La contemplazione di un modello sopra sensibile fornisce normalmente la forma dell’imitazione in modo sensibile che le darà l’artista, poiché «nel campo dell’Arte, la rassomiglianza si prende dalla forma» (Basilio di Cesarea, Trattato dello Spirito Santo, XVII) e «la similitudine ha rapporto con la forma, il bello appartiene al principio della causa formale (San Tommaso, Summa theologiae I, 5, 5 ad 1). Di conseguenza, si deve dare un giudizio su un’opera d’arte riferendosi alla forma, o idea, che si trovava nell’artista o nell’artigiano (i due termini sono sinonimi). È in questo spirito che i trattati sulla Bellezza di Dionigi l’Areopagita, di Ulrico di Strasburgo e di san Tommaso d’Aquino, tradotti e commentati da A. K. Coomaraswamy, rendono esplicita la cornice intellettuale e spirituale della concezione dell’Arte per l’Occidente cristiano; questo vale anche per l’Arte orientale. Le copiose note di Coomaraswamy apportano preziosi complementi, cristiani e orientali, che consentono di ritrovare l’autentica concezione dell’Arte, dimenticata in Occidente da parecchi secoli.

 

Autore: Coomaraswamy, Ananda K.

Collana Cahiers de l'Unicorne 21

Pagine 104

Anno di pubblicazione 1997

Lingua Francese

Codice libro 2240

Editore: Archè Edizioni
Prezzo del Libro: 17.00 Euro
più spedizione
Quantita:
Copyright MAXXmarketing GmbH
JoomShopping Download & Support