user_mobilelogo

Cerca nel catalogo


Ricerca avanzata

Carrello acquisti

0 Products - 0.00 Euro
Go to cart

Scolastique et alchimie (Codice: 978887252-301-8)

Con Scolastique et Alchimie (XVIe-XVIIe siècles) Sylvain Matton presenta il primo di una serie di tre volumi volti a sintetizzare le sue ricerche sui rapporti intercorsi fra l’alchimia e la filosofia nel Rinascimento e nell’Età classica, ricerche centrate su quanto gli è apparso come una mutazione importante dell’alchimia dei tempi moderni: l’introduzione e lo sviluppo della teoria dello spiritus mundi o “spirito universale del mondo”.

Il secondo volume, La Révolution ficinienne et ses cheminements, sarà dedicato a spiegare come questo sconvolgimento dottrinale ebbe la sua origine in Marsilio Ficino, e a studiare le vie del suo propagarsi, mentre il terzo, Cartésianisme et alchimie, mostrerà che uno dei principali punti di attrito fra la filosofia moderna rappresentata da Cartesio e la filosofia chimica fu proprio lo spiritus mundi confuso con l’anima del mondo.

Allo scopo di stimare correttamente l’importanza di questo episodio della storia delle idee, Scolastique et Alchimie si propone di valutare il posto occupato dall’alchimia nell’universo filosofico del Rinascimento e dell’Età classica. Per fare questo l’autore ha ritenuto indispensabile studiare la sua rappresentanza e il suo statuto in ciò che all’epoca costituiva lo sfondo di ogni filosofia, compreso le più innovatrici, vale a dire il pensiero scolastico, così come si dispiegò sia sul terreno cattolico sia su quello della Riforma. L’autore comincia con l’esaminare le analisi dell’alchimia trasmutatoria fatte dai teologi-filosofi della Compagnia di Gesù, che svolsero un ruolo importante nella fioritura della seconda scolastica, e preponderante nel sistema educativo. Egli estende l’indagine ai corsi di filosofia prodotti negli altri ordini religiosi, prendendo come esempio quello, assai poco noto ma assolutamente completo e perfettamente rappresentativo, del teatino Felice Gaetano Verani. Matton s’interessa poi alla posizione dei principali teologi riformati del Rinascimento di fronte alla questione dell’alchimia trasmutatoria, poi a quella dei rappresentanti di una corrente specifica della scolastica in ambito protestante, quella dei ramisti e dei semi-ramisti. Infine, prende in considerazione la volgarizzazione degli insegnamenti della scolastica nella letteratura religiosa in lingua volgare, limitandosi a quella della Francia del Seicento e concentrandosi su quella università popolare che era l’eloquenza religiosa. Da tutto ciò, contrariamente alle idee che hanno oggi abitualmente corso, risulta che per la scolastica, vale a dire per il pensiero in qualche modo ufficiale del tempo, lo statuto teologico-filosofico dell’alchimia era quello di una disciplina subordinata alla fisica e, in quanto tale, perfettamente legittima, sebbene fosse al tempo stesso giudicata molto arrischiata per la gente comune per via degli innumerevoli ostacoli teorici e pratici circa la realizzazione delle trasmutazioni alchemiche le quali, benché ritenute teoricamente possibili, erano considerate estremamente difficili, se non praticamente impossibili da effettuare. Sylvain Matton ha inoltre raccolto negli annessi a ciascun capitolo un importante corpus di testi rari, che costituisce un prezioso strumento di lavoro.

 

Autore: Matton, Sylvain

Collana Travaux et textes de Chrysopœia 10

Pagine 900

Anno di pubblicazione 2009

Lingua Francese

Codice libro 2544

Editore: Archè - S.E.H.A.
Prezzo del Libro: 54.00 Euro
più spedizione
Quantita:
Copyright www.webdesigner-profi.de MAXXmarketing GmbH