user_mobilelogo

Cerca nel catalogo


Ricerca avanzata

Carrello acquisti

0 Products - 0.00 Euro
Go to cart

Dante I - L'Apothéose (Codice: 887252-220-X)

Nel 1300, all’età di trentacinque anni, Dante s’impegna nella prova della trascendenza riferita dalla Divina Commedia. Essa lo ha sconvolto per il resto della vita, vita errabonda di città in città fino a Ravenna, dove finirà i suoi giorni ventun anni più tardi.

Dante si fa scriba di Dio: riferisce ciò che ha visto e sentito durante la sua peregrinazione fino al più alto dei cieli come se l’avesse compiuta realmente.

Se Dante intitola il suo poema “Commedia” è perché la conclusione è felice mentre l’inizio non lo è (Epistola XIII). Per volgere in bene ciò che era cominciato così male, è stato necessario un succedersi di ribaltamenti di situazione che ha per sbocco quello in cui Amore fa tornare Dante quaggiù per mettere per iscritto la propria esperienza.

Dante I si propone di mostrare come questi ribaltamenti successivi condizionino la dannazione o la salvezza del Pellegrino che si identifica finalmente a Cristo. In tal modo questo itinerario spirituale descrive un’apoteosi, in altri termini un processo di deificazione, un processo intessuto di misteri. Con “mistero” occorre intendere, da un lato, il Mistero in quanto tale, in senso teologico, e, a questo proposito Dante è stato messo a confronto con i tre Misteri cristici maggiori: Redenzione, Trinità e Incarnazione. Dall’altro lato, il mistero nel senso comune, che ha a che vedere sia con l’anfibologia del pensiero di Dante sia ai differenti influssi che esso ha potuto subire.

 

Autore: Canteins, Jean

Collana Œuvres de Jean Canteins 1

Pagine 272

Anno di pubblicazione 2002

Lingua Francese

Codice libro 2422

Editore: Archè Edizioni
Prezzo del Libro: 25.00 Euro
più spedizione
Quantita:
Copyright www.webdesigner-profi.de MAXXmarketing GmbH